Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.campanapa.it/home/components/com_k2/models/item.php on line 881

Usi della Canapa

Le peculiarità della canapa sono davvero molteplici. Il suo utilizzo è contemplato in una ampia gamma di campi e con un impatto ambientale tra i più bassi. Queste caratteristiche fanno della canapa la materia del futuro. È versatile, durevole, ecologica. Cresce benissimo alle nostre latitudini e necessita di poca acqua per fiorire rigogliosa. Cosa si può desiderare di più dalla natura?

La canapa e l’industria tessile

 

Il naturale sbocco della fibra di canapa è nella produzione di materiale adatto alla tessitura. Paragonata ad un’altra fibra naturale nobile, il cotone, ha una maggiore resistenza e una grande ricchezza di applicazioni. La colorazione, che declina tra il bianco e il beige, e la maggiore ruvidità del materiale finito sono delle caratteristiche proprie della fibra. Queste specificità sono considerate da molti come un pregio. Ma i tessuti di canapa possono essere lavorati in molti modi al punto che, qualora le caratteristiche del colore e della ruvidità della materia naturale non soddisfacessero il consumatore, esiste la possibilità di superare queste unicità con particolari procedimenti in modo da ottenere un prodotto finale più chiaro e morbido e in grado di soddisfare, così, le esigenze di tutti. Paragonata al cotone, i tessuti di canapa sono naturalmente privi di sostanze nocive poiché nell’intero arco produttivo non vi è quasi bisogno di usare sostanze chimiche per far crescere le piante rigogliose. Lo stesso non si può dire del cotone.

La canapa nell’alimentazione

 

Uno degli sbocchi più innovativi è quello che vede la trasformazione della canapa e dei suoi semi nell’industria alimentare. La canapa è importantissima in questo ambito per tre motivi: ottima qualità delle sue proteine, presenza di oligoelementi essenziali e elevata quantità e qualità dei grassi polinsaturi conosciuti come omega 3 e omega 6. Nella dieta vegetariana e vegana la canapa è un alleato prezioso; per gli omnivori l’assunzione frequente delle proteine e degli oligoelementi della canapa, combinata con una dieta varia, assicura il raggiungimento dell’equilibrio alimentare. Ma la canapa può essere utilizzata anche come ottimo foraggio per gli animali. La scarsa necessità di utilizzo di fitofarmaci e pesticidi nei terreni interessati alla crescita della canapa fa di questa pianta una alimento sano sia nell’alimentazione umana che animale.

La canapa e la produzione della carta

 

La canapa si può lavorare al fine di ottenere carta di qualità eccellente. La scelta di questo materiale per la fabbricazione della carta al posto della materia prima arborea ha un impatto ambientale notevolmente più basso. Cerchiamo di chiarire il perché. Per fabbricare la carta dagli alberi, vengono coinvolti ecosistemi che si riformeranno solo in decine e decine di anni. Con la sua crescita velocissima, la canapa non coinvolge ecosistemi decennali ma stagionali o, al massimo, annuali. Gli alberi, nell’essere sradicati, privano il terreno di tutta una serie di minerali insostituibili: questo non avviene con la canapa. Inoltre per estrarre la carta dagli alberi è necessario utilizzare solventi chimici che, letteralmente, sciolgono il tronco, le radici e l’albero tutto, in modo da estrarre una “polpa chimica” che verrà lavorata in carta. Al contrario, la carta di canapa può essere fabbricata senza l’utilizzo di sostanze chimiche.

La canapa come biocarburante

 

Sono diversi anni che l’industria mondiale delle rinnovabili sperimenta nuove sostanze che possano nel tempo sostituire gli idrocarburi e, in particolare, il petrolio. Motori diesel adattati all’uso di biocarburante estratto dalla canapa sono già stati messi a punto con successo. I carburanti da biomassa sono puliti, ecologici e in grado di offrire prestazioni eccellenti. Il perché non vi sia ancora la diffusione di questa tecnologia su larga scala risiede in motivazioni economiche che guidano le scelte delle principali multinazionali coinvolte nel settore degli idrocarburi e della produzione di auto. Ma è solo questione di tempo, il petrolio, prima o poi, è destinato a finire.

La canapa e la bioedilizia

 

La canapa viene adoperata con successo anche nell’industria della bioedilizia soprattutto per la predilezione che molti hanno verso i prodotti edili biodegradabili ed ecocompatibili. In questo mercato, fortemente in crescita, si segnala la canapa perché i suoi prodotti sono riciclabili e non richiedono smaltimenti particolari come le sostanze edili in genere. I materiali edili estratti dalla canapa sono resisti al gelo, agli insetti, ai roditori. Hanno elevatissime qualità isolanti. Assorbono anidride carbonica e quindi purificano l’aria. In caso di incendio non vi è la pericolosa diffusione di fumi tossici. Scegliere di vivere in una casa costruita con criteri edili ecocompatibili significa amare sé stessi e l’ambiente.

La canapa e materie plastiche

 

Agli albori della nascita della plastica, la prima sostanza conosciuta come celluloide veniva fabbricata dagli scarti delle produzioni agricole e gli scarti della canapa erano una fonte eccellente per la realizzazione di questo materiale. Negli ultimi anni, l’utilizzo della canapa in ambito plastico sta tornando in auge soprattutto grazie alla sua biodegradabilità e alla qualità del prodotto altamente performante.